Uscita didattica: Parco Horcynus Orca e Laghetti di Ganzirri

Nell’ambito delle uscite didattiche previste dai compiti di realtà, mercoledì 10 aprile u.s. gli alunni della classe 2^ della Scuola Primaria di Fiumedinisi, delle classi 2^, 4^ e 5^ della Scuola Primaria di Itala, della pluriclasse 2^ - 3^ e delle classi 4^ e 5^ della Scuola Primaria di Scaletta Zanclea, si sono recati, accompagnati dalle rispettive docenti, a Messina in visita al Parco educativo Horcynus Orca.

Qui, nella punta estrema della Sicilia, denominata “Capo Peloro”, oltre ad ammirare:

- le bellezze naturali dello Stretto di Messina, con i mitici vortici, i cosiddetti “bastardelli”, generati dall’incontro del Mar Jonio e del Mar Tirreno;

- e i resti, ritrovati di recente, del poderoso basamento di un faro romano risalente al I secolo a.C., secondo per importanza a quello di Alessandria d’Egitto;

gli alunni hanno vissuto una magnifica esperienza interattiva all’interno di una sala 3D che, combinando ricerca scientifica ed innovazione tecnologica, ha permesso un’immersione negli abissi dello Stretto, alla ricerca di quei mostruosi pesci che lo popolano e da cui ha tratto origine il famoso mito di Scilla e Cariddi.

Molto interessante anche il percorso che ha condotto alla conoscenza dell’antichissima caccia al pescespada, praticata nello Stretto già a partire dal I millennio a.C.

Nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo, la visita si è spostata ai Laghetti di Ganzirri, ambientazione della storia narrata nel libro “Il mistero della laguna”, che gli alunni hanno letto nell’ambito del Progetto Lettura.

Infine, dopo un buon gelato, il ritorno a casa.

Parco educativo Horcynus Orca di Messina

Parco educativo Horcynus Orca di Messina

Parco educativo Horcynus Orca di Messina

Parco educativo Horcynus Orca di Messina

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo